Le vittime della nostra ricchezza

A Torino dal 9 al 17 giugno, una mostra fotografica itinerante, con foto di Stefano Stranges. Racconta la sofferenza dell’estrazione dalle viscere della terra delle materie prime più pregiate che formano i nostri cellulari, smartphone e computer. E’ proposta da Incontro fra i Popoli ONG onlus e da B#art.

“La potenza espressiva delle foto – afferma il prof. Leopoldo Rebellato, presidente di Incontro fra i Popoli –  immette emotivamente ed empaticamente lo spettatore nella vita quotidiana delle persone che estraggono il coltan nel Nord Kivu in Congo RD. Nessun diritto umano garantito! Per questo noi parliamo di ‘cellulari insanguinati’. La connivenza dei nostri governi, di noi dei paesi che si arricchiscono e vivono su queste privazioni, rende ciascuno di noi responsabile, seppur non colpevole. Vedendo queste foto, non si può che essere portati a solidarizzare con quella gente e ad attivarsi con scelte di solidarietà che modificano il nostro quieto vivere”.

La mostra, esposta presso la Scuola Holden in Piazza Borgo Dora, 49, 10152 Torino, sarà inaugurata il 9 giugno alle 18.30 e sarà visitabile fino al 17 giugno. L’ingresso è libero, ma responsabile!. La sua realizzazione è resa possibile grazie al contributo di At Studio Grafico di Andrea Travaini
L’esposizione sarà visitabile nei seguenti orari:
-dal 10 al 17 giugno h.10-18-
-solo il 12 giugno h. 10-14-

Le altre tappe della mostra saranno: Venezia dall’18 al 28 ottobre e Padova dal’1 al 16 dicembre.

Per la registrazione all’evento:
EventBrite

9 Giugno 2016

Organizzato da:

Stefano Stranges

Stefano Stranges lavora nel campo della fotografia dal 2005.
Laureato in Comunicazione Interculturale all'universita degli studi di Torino, le sue esperienze e competenze provengono dal campo analogico. Grazie alle sue prime esposizioni personali, nel 2006 viene scoperto da un artist mamager che gli affida il suo primo importante lavoro nel settore Artistico e Advertising.
Il cliente, Kawasaki Italia, gli diede infatti il compito di interpretare l’uscita delnuovo modello ER6’n in 5 scatti artistici.
Da allora, lavora come free-lance, spaziando dalla fotografia di moda al reportage, collaborando con clienti e diverse agenzie nel campo Istituzionale, Editoriale, eventi e viaggi. Tra le sue collaborazioni, nomi come Allianz, Unicredit, Generali, Telecom,Ambasciata del Brasile, RSA Assicurazioni, Coopi NGO, Ello y Ella magazine (peru), Rolling Stone magazine (Italy), Jesus magazine (Italy). Attualmente il suo lavoro si sta focalizzando sempre piu nel campo reportagistico, con particolare interesse ai progetti sociali. Nel gennaio 2012 frequenta il “Masterclass” della rinomata agenzia fotografica MAGNUM focalizzato in fotografia reportagistica in zone di conflitto. Nel Marzo 2012 inizia il suo progetto fotografico/sociale intitolato “HOMELAND”, che lo porterИ in svariati luoghi del Mondo, un Work-in Progress, una grande ricerca sulla convinzione che, nonostante le difficolt e il disagio di alcuni ambienti della Terra, l'uomo riesce a trovare la protezione nel proprio umile “nido”. http://www.strangesimage.com/portfolio/homeland/ Durante le sue ultime tappe, П stato invitato a presentare ai giovani studenti il suo operato in alcuni college tra India e Bangladesh e in particolare nella nuovissima e prestigiosa Palan School of International Studies di Calcutta. Nel 2014, sempre grazie al suo progetto HOMELAND, П stato invitato dalla ONG indiana Trunk Call, in collaborazione con Slice of Art di Mumbai, a tenere un seminario/workshop proprio a Mumbai.
E’ nato a Torino, Italia, nel 1978

Scuola Holden

Piazza Borgo Dora, 49,10126 Torino

Scuola Holden

Pin It on Pinterest

Share This